ASTROSUMMER 2012. AL PLANETARIO, I MIGLIORI SPETTACOLI ASTRONOMICI

Per il quinto anno consecutivo il Planetario e Museo Astronomico di Roma accenderà le stelle dell’estate con Astrosummer 2012, una grande rassegna di spettacoli in orario serale – unica fra i Musei Civici – iniziata il 30 giugno per terminare il 1 settembre.
Tutti i giorni (tranne il lunedì) alle 21 e 22.30 i migliori spettacoli astronomici del Planetario di Roma vi proietteranno fra le stelle, per regalarvi ogni sera un’emozione nuova, un diverso viaggio nello spazio. Il sabato e la domenica sono in programma altri due spettacoli alle 17 e alle 18.
Oltre ai più apprezzati spettacoli del repertorio di oltre 60 show astronomici, gli astronomi del Planetario proporranno nuove produzioni e ospiti dal mondo della scienza e della cultura, secondo un calendario organizzato in ben 48 differenti serate tematiche: ogni sera vedrà protagonista un diverso corpo celeste o fenomeno cosmico, per soddisfare tutte le vostre curiosità sul cielo e raccontarvi l’universo attraverso tutta la varietà possibile degli sguardi che da Terra gli rivolgiamo. Ai consueti spettacoli astronomici si aggiungeranno insomma gli ASTROTALKS, conversazioni e racconti intorno al cielo, lo spazio ASTROKIDS con attività astronomiche per bambini, l’ASTROMUSIC dei concerti sotto le stelle e le serate ASTROVISION con le osservazioni reali e virtuali del cielo stellato.
A inaugurare simbolicamente Astrosummer 2012 sarà la terza edizione dello Star Party di Roma “Per un Pugno di Stelle” il 30 giugno. Spiccano due appuntamenti musicali, il 24 agosto con il popolare rocker Marco Guazzone & Stag e le sue ballad “cosmiche” e il 5 luglio con un suggestivo readingconcerto
dedicato alle Cronache Marziane del recentemente scomparso Ray Bradbury, con la voce e la tromba di Sebastiano Vinci e lo straordinario Hang Drum di Luca Bertelli. E ancora, il ritorno di “Tra le Stelle del Nord”, fortunato format per osservare in diretta il cielo in collegamento con il
Virtual Telescope, a cui si affiancherà una speciale osservazione dal vivo dell’elusivo pianeta Plutone il 26 luglio. Altri appuntamenti con l’osservazione astronomica sono previsti l’8 luglio con “Saturno, Gioiello del Cielo” e il 19 agosto con “Deep-Sky Urbano”, serate dedicate rispettivamente alla scoperta del signore degli anelli e alla caccia alle meraviglie estive del profondo cielo. Ambedue consentiranno ai curiosi di porre l’occhio al telescopio nel piazzale antistante il Planetario.
Altro elemento di rilievo della programmazione saranno gli interventi di numerosi ospiti nel corso degli ASTROTALKS, con le conferenze di Roberto Gilmozzi, Giangiacomo Gandolfi, Manuela Incerti, Francesco Palla, Marco Cattaneo, Ettore Perozzi e Francesco Polcaro, che toccheranno
numerosi temi della ricerca astrofisica e della cultura astronomica. Da non perdere l’appuntamento con ben due generazioni di astronauti italiani (Franco Malerba, Roberto Vittori, Samantha Cristoforetti e Luca Parmitano), intervistati da un ricco parterre di giornalisti in una serata dedicata allo spazio e allestita in collaborazione con l’Unione Giornalisti Astronautici Italiani.
Due saranno le notti in cui si incontreranno Letteratura e Astronomia: il 29 luglio per “Il Cosmo Letterario di Primo Levi”, in occasione del venticinquennale della scomparsa del grande scrittore, con la partecipazione del chimico e saggista Antonio di Meo e dell’attore Pietro Faiella della compagnia teatrale CIAC, e la serata di chiusura vera e propria, il 1 settembre, con “Dal Big Bang alla civiltà in sei immagini”, incontro-dialogo tra il cosmologo Amedeo Balbi e lo scrittore Antonio Pascale.
Ma quest’anno l’Astrosummer propone anche uno spazio ASTROKID nella settimana dal 10 al 15 luglio, con uno spazio all’esterno del museo interamente dedicato ai più piccoli, il Kid’s Space Corner (dai 4 ai 12 anni).
Accompagnati dal Dottor Stellarium (ideato ed interpretato da Gabriele Catanzaro) e dai suoi collaboratori si potrà partecipare ad un vero e proprio minicorso per apprendisti astronomi.
Sei serate sotto il cielo stellato, dai miti delle costellazioni ai pianeti, dalla vita delle stelle ai corpi celesti del cielo profondo fino ad arrivare a poter porre l’occhio al telescopio. Ogni serata un argomento da approfondire sotto il cielo stellato e nella piccola cupola del planetario gonfiabile, che si trasformerà
per l’occasione nel laboratorio itinerante del Dottor Stellarium.
Il programma dettagliato di Astrosummer 2012 è pubblicato sul sito www.planetarioroma.it. Il cartellone di Astrosummer 2012 è stato ideato e realizzato dai curatori scientifici del Planetario: Gabriele Catanzaro, Giangiacomo Gandolfi, Stefano Giovanardi e Gianluca Masi.
Il Planetario fa parte del Sistema Musei Civici del Comune di Roma, Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione – Sovraintendenza ai Beni Culturali