BAMBINI, IL SENZA GLUTINE È SERVITO!

Domenica 25 marzo 2012, presso l’Hotel Radisson Blu di Roma (via F. Turati 171), a partire dalle ore 18.00 si sfidano piatti, odori, sapori, colori. Si sfida tutto quel che c’è in una cucina saporita e di alto livello. Un solo grande assente: il glutine. E quest’anno – grande novità – il trofeo di cucina glutenfree… si scopre bambino, pur essendo già “anziano” di diverse edizioni.
La novità, infatti, è che durante l’annuale gara di cucina, aperta a cuochi professionisti e non, le ricette presentate dovranno essere tutte rivolte ai palati dei più piccoli. Una bella sfida, allettante per i partecipanti oltre che per i piccoli destinatari. Chi infatti ha figli celiaci sa bene quanto sia difficile per un bimbo dire no alle merendine che gli altri bambini mangiano, o non assaggiare una pizza perché non è la pizza senza glutine – che per fortuna comunque ora si trova in molti locali ed è ottima. L’evoluzione del cibo per bambini celiaci deve però arrivare anche all’alta cucina, ed ecco che AIC Lazio (www.aiclazio.it, Associazione Italiana Celiachia del Lazio), ideatore e organizzatore della manifestazione assieme alla FIC Lazio (www.fic.it, Federazione Italiana Cuochi Regione Lazio) propone questa variante per il 2012.
A capitanare la giuria della gara, un cuoco di grande esperienza: Alessandro Circiello, presidente della Federazione Italiana Cuochi Regione Lazio e noto chef televisivo. Come sempre la gara – che termina con assaggio dei piatti da parte della giuria dei cuochi, della quale quest’anno farà parte anche un gruppo di 5 bambini – lascia il posto in serata alla cena. La cena in tavola, a differenza dei piatti in gara, sarà “studiata” anche per i palati adulti.
Dichiara Paola Fagioli, presidente AIC Lazio: “Manifestazioni simili servono a far capire a tutti, celiaci e non, che la cucina senza glutine non è né impossibile né particolarmente complessa. Basta conoscerne i principi e i celiaci possono mangiare anche meglio di chi celiaco non è”.
La partecipazione al trofeo in qualità di pubblico è libera e gratuita. Segue cena su prenotazione al costo di 30 Euro.
Per iscriversi alla gara i cuochi, professionisti e non, devono scrivere entro il 5 marzo a: sabrinapulcini@libero.it. Per partecipare in qualità di spettatori e per la cena è obbligatoria la prenotazione.